Social Network
Seguici su Facebook
Inserito in: Ipad e tablet
18/04/2013

È giusto usare l'iPad all'asilo?

Autore: Agnese Bauli

Periodicamente il web si riempie di notizie sull'utilizzo di tablet nelle scuole dell'infanzia. E ogni volta che una notizia del genere arriva, partono le discussioni e le polemiche sulle conseguenze dell'adozione di questi strumenti fin dalla tenera età.

Com'è facilmente immaginabile, i pareri sono discordanti: ci sono gli entusiasti che ritengono che le nuove tecnologie aiutino i bambini a sviluppare le capacità cognitive e ci sono i polemici che invece mettono in guardia dagli effetti negativi di questi strumenti sul percorso di crescita.

In Italia, nonostante il gran parlare di e-book, l'obiettivo dell'ingresso delle nuove tecnologie nelle scuole è ancora ben lontano dall'essere raggiunto. Forse, prima di aprire polemiche, si dovrebbe parlare dei ritardi fortissimi nell'introduzione degli strumenti digitali a scuola. In molte strutture mancano ancora i pc, figuriamoci se possiamo parlare di tablet!

Quel che è certo è che scuole dell'infanzia e delle scuole primarie non possono più ignorare il rapporto dei bambini con la tecnologia: anche se non ce l'hanno a scuola, il tablet è sicuramente utilizzato a casa da ogni bambino. Scuole materne consapevoli ed attente (come ad esempio la KinderHappy, scuola materna a Ostia Antica e all'Infernetto)  devono cominciare a valutare in che modo e in che misura favorire la fruizione delle nuove tecnologie da parte delle nuove generazioni.

Un uso attento e consapevole parte infatti dall'educazione fin dai primi anni di vita, mentre non può passare attraverso le polemiche e lasterile demonizzazione.
Resta aggiornato su sport e fitness cliccando su Mi Piace